Cose by Night, Fare Cose, Music, Photos, Videos, Weekend

Angel Olsen al Covo Summer e l’inizio dell’Estate a Bologna.

Foto di Stefania Olivieri, articolo di Loris Liverato.

A Bologna l’estate sembra già arrivata.

Lo scorso 31 maggio c’è stata l’inaugurazione di un importante appuntamento estivo che giunge alla sua seconda edizione: il Covo Summer, nel cortile del Casalone a Bologna (viale Zagabria 1).

Ad aprire le danze Alex Cameron ed Angel Olsen, primi in un calendario ricco di grandi concerti in continuo aggiornamento.

Si aprono le porte alle 20:00, che praticamente è ancora giorno. L’atmosfera è a metà tra un grande festival e una festa di quartiere. Sotto il palco ci sono giovani, che parlano di quella volta che hanno sentito Angel a Londra, e abitanti del quartiere di tutte le età, che sono passati a farsi un giro.

In apertura c’è Alex Cameron, accompagnato dal sassofonista Roy Molloy. Una performance dominata dalla presenza scenica di Cameron, che Henry Rollins aveva descritto come “appena uscito da un incubo di David Lynch”. Per quanto questa frase possa descriverlo accuratamente, un suo live è un’esperienza unica che chiunque dovrebbe provare per capire.

Tramonta il sole e tocca ad Angel Olsen. Già dal primo pezzo la sua voce cattura, mette i brividi già dal primo pezzo. L’intensità della sua esibizione è qualcosa che pochi dal vivo riescono a dare. Se pensavate di esservi emozionati ascoltando i suoi album, per farvi un’idea di un suo live dovreste prendere quelle emozioni e moltiplicarle per dieci.

A sorpresa, tra la folla un coraggioso fan lancia una richiesta. Le chiede di suonare Special, una canzone inedita da 8 minuti, suonata live ma probabilmente mai pubblicata perché “troppo lunga per l’album”. La cantante è sorpresa di come il prode fan sia andato a tirare fuori una chicca che si trova solo “on the Youtubes”, ma acconsente.

Il video è inevitabilmente finito su Youtube, e in poche ore ha fatto il giro del web. Su Reddit lo stesso fan dice di aver parlato con lei dopo il concerto, e che gli avrebbe confidato che la canzone potrebbe finire in un EP di inediti e out-takes in uscita in autunno.

Con un ottimo italiano da concerto, Angel ringrazia il pubblico e il fonico, che in effetti aveva fatto proprio un ottimo lavoro. Le luci sul palco calano e segue un dj set/music selection con Dario e Arturo, tra classici indie e nuove uscite underground. La festa continua fino all’1:00, giusto il tempo per farsi una birretta o mangiare uno degli ottimi panini dell’angolo food a cura di Jukebox Café.

Quattro chiacchiere con gli amici, giusto il tempo di parlare di nuovo di quella volta che l’avevi vista a Londra. Però quella volta non aveva suonato la chicca per i fans, il fonico non era così bravo, e i panini non erano così buoni.

 

Advertisements
Standard

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s