Cose by Night, Fare Cose, Fare Cose Black Edition, Fare Mode, Music, Weekend

Milano, Stussy X Soulection “The Sound of Tomorrow”, e Fare Cose in generale.

Non ero andato a quella festa con l’intenzione di parlarne su Fare Cose.

La cosa diventerà evidente nel momento in cui proverò a raccontare come è andata pur essendo arrivato a metà serata e non ricordandomi metà della metà in cui ero fisicamente presente. Ad ogni modo, preferirei partire dalle parti che ricordo.

L’evento mi è stato gentilmente linkato da un’amica che sapeva del mio interesse verso lo streetwear e l’hip hop. Nonostante l’evento non fosse stato massivamente sponsorizzato la voce si stava diffondendo velocemente, infatti in pochi giorni si è arrivati ad una situazione del genere.

evento

Il party era organizzato al Rocket di Milano da Futureground e i promoter di Akeem of Zamunda, che in collaborazione con lo Stussy chapter di Milano hanno portato in Italia il concept Stussy X Soulection “The Sound of Tomorrow”, che nel 2014 aveva prodotto una compilation, una t-shirt in edizione limitata ed un party all’Echoplex di Los Angeles.

L’evento di Milano era composto dal party e da un instore da Stussy Milano alle 18:00, un meet and greet con i dj della serata, ovvero Sam Gellaitry, The Whooligan, Esta e Mr. Carmack. In totale era una bella esperienza completa, l’idea di esserci mi prendeva particolarmente bene, perciò non ci ho pensato due volte e ho deciso di salire a Milano.

Contattati un paio di amici a Milano per caricarli per la serata e trovato un passaggio al volo su Blablacar, sono partito con l’intenzione di divertirmi ed incontrare gente piuttosto che coprire l’evento in senso stretto. Difatti dalle 18:00 alle 24:00 non mi trovavo all’instore e nemmeno in fila al Rocket. Mi trovavo a casa di un mio amico a Lambrate, e potrebbero esserci stati anche amici Siciliani e vodka del Lidl.

Queste situazioni che potrebbero o potrebbero non essersi verificate fanno sì che arriviamo fashionably late intorno all’una meno qualcosa. Come previsto troviamo Rocket imballato e fila all’ingresso. Fortunatamente non abbiamo problemi ad entrare in tempo per sentire Esta e Mr. Cormack.

Ricordo di essere stato preso particolarmente bene dai loro set e ricordo di aver ballato carico come se fossi ad un block party. Ricordo un bel mix di pezzi propri e hit del momento ben selezionate e ben remixate. Ma in generale non ricordo molto. Perciò ho deciso di ricostruire la serata in stile Memento, chiedendo aiuto agli amici di Bolo che ho incontrato durante la serata.

Questi sono stati i risultati.

Vabbè insomma.

Riprendendo le redini del discorso si potrebbe dire che sia musicalmente che dal punto di vista del concept la serata era ineccepibile, e come abbiamo potuto verificare il divertimento c’è stato. C’è stata una bella atmosfera fino alla fine, quando i DJ si sono buttati sul funky e poi nella folla a prendersi i complimenti molesti della gente mentre le luci si accendevano. Soprattutto è stato interessante osservare il pubblico particolare che la festa è riuscita ad attrarre e riunire in pochi metri quadri, a ballare felici tutti insieme tra una cassa, un rullante e mille charleston. Tra marchi Stussy ovunque, bucket hats di ogni colore e qualche felpozzo Hood By Air che faceva capolino qua e là, lo stile della gente era tracotante almeno quanto la musica della serata.

Probabilmente, quindi, uno degli eventi più accessibili a Milano nei giorni della Settimana della Moda è stato anche uno dei più fighi. Ormai l’influenza della scena streetwear sull’alta moda è innegabile, e probabilmente le cose più interessanti stanno succedendo nella prima. Lo streetwear è la moda di domani, così come Soulection è The Sound of Tomorrow.

Advertisements
Standard

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s